Home Calici di Stelle Notte di Poesia
Banner
Banner
Banner
PDF Stampa E-mail

NOTTE DI POESIA

 

Le stelle cadenti hanno avuto ed hanno ancora una tale magia e un così grande fascino, che molti poeti si sono cimentati con questo argomento.

Anche il grande Giovanni Pascoli dedicò un canto alle “lacrime” del cielo in cui rievocò la morte del padre ucciso in un’imboscata proprio in quel giorno.

 

X Agosto

Giovanni Pascoli

 

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.

 

Ritornava una rondine al tetto:
l’uccisero: cadde tra i spini;
ella aveva nel becco un insetto:
la cena dei suoi rondinini.

 

Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell’ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.

 

Anche un uomo tornava al suo nido:
l’uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono.

 

Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.

 

E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d’un pianto di stelle lo inondi
quest’atomo opaco del Male!

 

 

Le stelle cadenti

Paradiso - Canto XV - Dante Alighieri

 

Quale per li seren tranquilli e puri
discorre ad ora ad or subito foco,
movendo li occhi che stavan sicuri,
e pare stella che tramuti loco,
se non che da la parte ond’el s’accende
nulla sen perde, ed esso dura poco;

...

 

 

Rime

Torquato Tasso

 

Qual rugiada e qual pianto,
quai lacrime eran quelle
che sparger vidi dal notturno manto
e dal candido volto delle stelle?

 

 

La stella cadente

Trilussa

 

Quanno me godo da la loggia mia
quele sere d’agosto tanto belle
ch’er celo troppo carico de stelle
se pija er lusso de buttalle via,
ad ognuna che casca penso spesso
a le speranze che se porta appresso.
...

 

 

Stelle cadenti

François Coppé

 

Nelle notti d’autunno, vagando per la città
Guardo il cielo con desiderio,
Perché se cade una stella
Ed esprimo un desiderio, si avvererà.

Ragazzi, i miei desideri son sempre gli stessi:
Quando cade una stella, allora, emozionato,
Chiedo che tu m’ami,
E che da lontano tu pensi a me

E’ una chimera, ahimé! Ma voglio crederci,
Non ho altro per consolarmi.
Ma ecco l’inverno, la notte diventa nera,
E non vedo più stelle cadere.

 

 

Stelle cadenti

Victor Hugo

 

A chi il gran cielo cupo
getta i suoi astri d’oro?
Pioggia sprizzante dall’ombra,
cadono ... ancora! ancora!

 

 
Banner
Associazione PROMORRO - Pro Loco Morro d'Alba - Camminamento la Scarpa, 27 - 60030 Morro d'Alba AN - info@promorro.it
Copyright © 2019 www.promorro.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.